martedì 22 gennaio 2008

Questa non ve l'aspettavate proprio.....

Ebbene si: Sanremo 1983, ero il produttore e l'arrangiatore del brano Amare Te, cantato da Riccardo Azzurri per la Sony Music. Il direttore aritistico mi chiese se ero disposto a fare il coro sul palco insieme a Riccardo ed io ovviamente dissi di si. In realtà in quei sette giorni di Sanremo ero pagato profumatamente e non avrei avuto il coraggio di rifiutare. Successe però che la stessa Sony aveva un altro artista, tale Alessio Colombini, che necessitava di un gruppo di coristi anche per il suo brano. Mi chiesero se ero disponibile anche per quella occasione. Ed io non potetti rifiutare, anche se dovetti promettere a Riccardo (giustamente un pò contrariato) che per l'occasione di Colombini avrei cambiato gli occhiali bianchi per evitare di essere troppo riconoscibile. E così fu.
P.S. la bellissima giacca turchese di Riccardo, era mia ma dovetti prestarla a lui perchè tutti i dirigenti della Sony dissero che era adattissima per l'artista: quindi, sono stato produttore, arrangiatore, corista e creatore di immagine:-)
A proposito: sul palco di quel Sanremo ebbi la fortuna di incontrare Peter Gabriel che presentava Schock The Monkey, poi uno sconosciuto Vasco Rossi che presentava Vita Spericolata, un Amdeo Minghi che presentava 1950 e un Gianni Morandi che stava faticosamente cercando di riemergere da un decennio di buio artistico. Insomma un Sanremo niente male:-)

Godetevi questi due video d'epoca e non ridete troppo forte, vi prego:-)
Ciao alla prossima (prometto che sarà più seria)
Un ringraziamento particolare a colui che ha inserito questi video su Sanremo.


6 commenti:

giulia ha detto...

ahahahahahaHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!
ma come mai in quel periodo si scelse di far cantare gli artisti in pb anche a sanremo?

(la giacca turchese mi ricorda quella di "oltre una bellissima notte")

Marco Anulli ha detto...

Io di quel Sanremo mi ricordo benissimo l'esibizione di Peter Gabriel perchè si dondolava con una corda in mezzo al pubblico e al ritorno sul palco prima prese una spia e poi al secondo giro e diede una schienata da panico sul bordo palco.

E li mio padre in romanesco : "Je sta bbene a sto scemo. Così se impara..... O vedi a fa er deficente?"

Questo è stato il mio primo approccio con quello che poi gli anni 80 hanno portato : musica diversa, elettronica, immagine e video clip.

Intanto eccovi il link di quella esibizione.

http://www.youtube.com/watch?v=qfNtZjfy2UA

Grazie ancora Walter avevo 13 anni ma ho ricordi nitidi e precisi di quel periodo.

Un saluto.
Marco

P.S. Comunque con gli occhiali scuri fai molto Massimo Lopez.

Nicolò ha detto...

E' un Savelli sanremese!!!!!!!!!
Che metamorfosi, due video più in basso suona l'organo hammond e "roccheggia" con cappelli e magliette a stelline, qui invece "sanremeggia" con occhialoni e cori.
Viva la musica e, oserei dire... viva la versatilità!!!
Ciao a tutti, ricordatevi che l'UNIVERSO E' DENTRO NOI!!!!!!!!
Nicolò

Paolo ha detto...

Non ci posso credere..non è lui..è il gemello...

Niki ha detto...

Oh maaamma a questa non ci si crede!!!
Forte però...avevo 8 anni...l'anno in cui comprai la mia prima musicassetta...indovina di chi era?

Incredibile però come una seplice montatura possa davvero fare la differenza....sei davvero irriconoscibile!!! ;-)

Carlo ha detto...

Ciao, sono contento che i video da me inseriti su YT siano stati di tuo gradimento e ti abbiano riportato alla mente un momento particolare del tuo percorso artistico-professionale. Ribadisco che per me è stato un piacere conoscerti.
Con stima,

Carlo